Battistero degli Ariani

Il Battistero degli Ariani fu fatto innalzare verso la fine del V secolo nella piazzetta dell’attuale chiesa dello Spirito Santo (un tempo cattedrale degli Ariani) da Teodorico, che aveva consolidato il suo dominio: l’arianesimo era la religione ufficiale della corte.

L’edificio, interrato per circa 2,3 metri, ha pianta ottagonale e presenta quattro piccole absidi all’esterno. Al suo interno gli stucchi e gli ornamenti che sicuramente rivestivano le pareti non sono più conservati. La decorazione è presente nella cupola, rivestita di mosaici raffiguranti il corteo dei dodici apostoli e con, nel clipeo centrale, il battesimo di Cristo, rappresentato uomo giovane e nudo, immerso nell’acqua fino ai fianchi.

Il mosaico, pur conservando la stessa impostazione iconografica del Battistero Neoniano, da cui trae ispirazione, testimonia il culto della corte di Teoderico, di fede ariana.

Mentre nel Battistero degli Ortodossi i dodici apostoli acclamano il Cristo del clipeo centrale come figlio di Dio, nel Battistero degli Ariani gli stessi rendono omaggio al grande trono gemmato sormontato dalla croce, dai cui bracci pende un drappo purpureo, espressione della fisicità del Cristo e della sua umana sofferenza.

Info e prenotazioni

Indirizzo: vicolo Degli Ariani, 1 – Telefono: +39 0544 543710, +39 0544 543724 – [uffici / direzione]

Contatti
Tel. +39 0544 543710 / 0544 543724 (uffici/direzione/corpo di guardia)
Email (direzione sito): pm-ero.musnaz-ra@beniculturali.it
Il battistero degli Ariani appartiene al MIBACT – Polo Museale dell’Emilia Romagna (sede di Ravenna)

Pin It on Pinterest

Share This