Palazzo di Teodorico

Con il nome di Palazzo di Teodorico ci si riferisce ai resti architettonici prospicenti l’attuale via di Roma e situati in prossimità della chiesa di Sant’Apollinare Nuovo. Questa zona, a seguito del rinvenimento fortuito di alcuni tratti pavimentali a mosaico, fu oggetto di studio a partire dalla metà del diciannovesimo secolo.

Secondo alcuni studiosi l’edificio sarebbe il resto di un corpo di guardia (VII-VIII secolo) costruito per sorvegliare l’accesso al palazzo al tempo in cui era abitato dagli esarchi (così erano chiamati i governatori delle provincie italiane su mandato dell’imperatore di Bisanzio). La fabbrica doveva imitare un analogo edificio di Costantinopoli chiamato Calce (ossia bronzo) per la sua monumentale porta bronzea: da qui scaturirebbe la denominazione di Calce o ad Calchi per l’edificio ravennate.
Secondo altri, invece, si tratterebbe dei resti dell’atrio-porticato (ardica) antistante la chiesa di San Salvatore ad Calchi. Questo edificio di culto, documentato nelle fonti medievali e ubicato in prossimità dell’ingresso del palazzo e della chiesa di Sant’Apollinare Nuovo, risulta quasi del tutto distrutto in un documento del 1503.

Attraverso una scala a chiocciola inserita nella torre rotonda che fiancheggia la porta sul lato est, è possibile salire alla sala superiore dove sono state collocate, in diversi momenti e a partire dalla fine del secolo scorso, numerose parti di pavimentazioni musive rinvenute e distaccate durante le campagne di scavi archeologici nell’area del palazzo imperiale teodoriciano. Frammenti musivi sono presenti anche al pianterreno, nella loggia anteriore.

Info e prenotazioni

Indirizzo: Via di Roma, angolo via Alberoni – Telefono: +39 0544 543710, +39 0544 543724 – Email: pm-ero.musnaz-ra@beniculturali.it

Contatti
Tel. +39 0544 543710 / 0544 543724 (uffici/direzione/corpo di guardia)
Email (direzione sito): pm-ero.musnaz-ra@beniculturali.it
Il palazzo di Teoderico appartiene al MIBACT – Polo Museale dell’Emilia Romagna (sede di Ravenna)

Pin It on Pinterest

Share This