Chi siamo

La Fondazione “Parco Archeologico di Classe”, denominata RavennAntica, è stata istituita per la valorizzazione, anche a fini turistici, del patrimonio archeologico, architettonico e storico-artistico costituito dall’antica città di Classe, dalla Basilica di Sant’Apollinare in Classe, dalla Domus dei “Tappeti di Pietra” in Ravenna, dalla settecentesca Chiesa di Sant’Eufemia e dalla trecentesca Chiesa di San Nicolò.


Lo staff di RavennAntica alcuni mesi dopo l’apertura della fondazione, anno 2002, anno 2012 e anno 2016


La Fondazione ha fra i suoi scopi statutari la realizzazione del Museo Archeologico attraverso il recupero di un edificio di archeologia industriale – l’ex zuccherificio di Classe – nel quale sono in fase avanzata i lavori di ripristino, in virtù di un complesso di finanziamenti provenienti dallo Stato, dal Comune di Ravenna, dalla Fondazione RavennAntica, dall’Unione Europea, con l’apporto determinante della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna. Il Museo che racconterà la storia della città e del suo territorio, aprirà al pubblico l’attività espositiva nel 2017, sulla base di un progetto scientifico elaborato da un prestigioso comitato presieduto dal Professor Andrea Carandini, nel quale siedono eminenti studiosi come il Professor Carlo Bertelli. L’attività della Fondazione ha preso avvio il 23 ottobre 2001. Sono soci fondatori: – Comune di Ravenna – Amministrazione Provinciale di Ravenna – Università degli Studi di Bologna – Archidiocesi di Ravenna e Cervia – Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna – Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Presidente della Fondazione RavennAntica, fino a luglio 2016, è stata Elsa Signorino.
Direttore della Fondazione RavennAntica è Sergio Fioravanti.
RavennAntica opera, per il tramite di convenzioni quadro e/o intese, in accordo con la Direzione Regionale per i Beni Culturali dell’Emilia-Romagna, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, la Soprintendenza per i Beni Architettonici di Ravenna, l’Università di Bologna.
In questo quadro, promuove, con l’apporto determinante della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, campagne di scavi nell’area del sito dell’antica città di Classe, con l’obiettivo di realizzare attorno alla Basilica di Sant’Apollinare in Classe, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, un grande Parco archeologico. Si segnala, in proposito, l’imminente allestimento della prima stazione del Parco nell’antico porto di Teodorico.
RavennAntica promuove attività di restauro dei reperti, in particolare musivi, attraverso il laboratorio di restauro dei mosaici antichi, destinato a diventare un vero e proprio centro di eccellenza a livello internazionale.
In questo quadro ha già realizzato, fra gli altri, importanti progetti in Siria. Ed ha organizzato il Primo Convegno Internazionale Ravenna Musiva – Conservazione e Restauro del Mosaico Antico e Contemporaneo. Il Convegno che si è svolto a Ravenna dal 22 al 24 ottobre 2009 ha raccolto la partecipazione di più di cento studiosi.
La Fondazione gestisce altresì l’importante sito della Domus dei Tappeti di Pietra, restituito alla fruizione pubblica nel 2002, alla presenza del Presidente Ciampi. E ancora promuove importanti eventi espositivi di assoluto rilievo sul piano scientifico e grande successo di pubblico. A partire dal 2003, si sono succeduti in San Nicolò e in San Domenico importanti mostre: Domus del Triclinio, Convivium, Santi Banchieri Re, Felix Ravenna, Mosaici d’Oriente, Otium, Tappeti Svelati, Otium ludens, registrando presenze d’eccezione.
Da ultimo, alla Fondazione RavennAntica è stata affidata la gestione della Cripta Rasponi e dei Giardini Pensili, nel Palazzo dell’Amministrazione Provinciale di Ravenna.
Coniugare al meglio le ragioni della conservazione, della valorizzazione turistica e della gestione “imprenditoriale” è l’obiettivo della Fondazione, nella consapevolezza che il Parco Archeologico di Classe può essere una straordinaria opportunità per lo sviluppo di Ravenna e una risorsa in grado di arricchire il patrimonio dei beni culturali del nostro Paese.

Consiglio di amministrazione

Presidente – In attesa di nomina
Lanfranco Gualtieri – Vice presidente
Ouidad Bakkali
Giancarlo Frassineti
Gianluigi Callegari
Antonio Iammarino
Avv. Enrico Maria Saviotti
Paolo Valenti
Giovanni Boccia Artieri
Giuseppe Sassatelli

Giunta Esecutiva

Presidente – In attesa di nomina
Lanfranco Gualtieri – Vice presidente
Gianluigi Callegari
Ouidad Bakkali
Mons. Guido Marchetti
Paolo Valenti
Giuseppe Sassatelli

Collegio dei Revisori

Silvia Benelli – Presidente
Francesco Baravelli
Alessandra Baroni