Nuovo nome – Tamo Barocca. I concerti di Accademia Bizantina – e nuova location – il Museo Tamo – Tutta l’Avventura del Mosaico di via Rondinelli – per la diciannovesima edizione della rassegna di musica antica promossa dall’ensemble Accademia Bizantina in collaborazione con Comune di Ravenna e Fondazione RavennAntica.

Tamo Barocca si compone di sette concerti, in programma ogni domenica mattina alle ore 11, dal 10 settembre al 22 ottobre negli ameni spazi del Museo Tamo, all’interno della ex chiesa di San Nicolò.

L’evento inaugurale, in programma domenica 10 settembre alle ore 11, è affidato all’ensemble Harmonicus Concentus, che proporrà un programma composto dalla Mensa sonora: Pars I – III – V (composta nel 1680) di Heinrich Ignaz Franz von Biber, dalle Les Symphonies qui se joüent ordinairement au souper du Roi (1703) di Michel Richard de Lalande e dal Trio Sonata, TWV 42 – Tafelmusik di Georg Philipp Telemann.

L’ensemble Harmonicus Concentus è formato da Gabriele Raspanti e Manuel Vignoli ai violini, Francesca Camagni (viola), Vincenzo De Franco (violoncello), Giovanni Valgimigli (violone), Filippo Pantieri (cembalo) e Andrea Roli (tiorba), ed è nato a Bologna nel 2002 con l’obiettivo di creare un gruppo che valorizzi i tesori del Barocco attraverso l’esecuzione filologica e la scelta di un repertorio meno conosciuto.
L’ensemble unisce così le forze di musicisti che affrontano questo ambito musicale in maniera più approfondita e consapevole, esplorando particolarmente i repertori cameristici e la letteratura sonatistica del Sei e Settecento.

L’aspetto nodale e vincente di questa rassegna, che da quasi due decadi attrae un pubblico variegato e curioso, è costituito dalla proposta di esecuzioni filologiche con strumenti originali – con montature e accordature storiche – all’interno di una programmazione che spazia nei repertori del Seicento e dell’Ottocento, e che come sempre riserva un concerto dedicato ai giovani musicisti, ormai sempre più attratti da questo modo di intendere la musica.

Nel tempo la rassegna di Accademia Bizantina ha fissato i caratteri distintivi della sua fisionomia, e ormai da anni può vantare un pubblico di affezionati ascoltatori che vengono a Ravenna per ogni appuntamento anche da città lontane. È inoltre molto apprezzata dai musicisti che vi prendono parte, ai cui gusti la rassegna si affida: ogni artista sceglie infatti ciò che ama e che sente di dover presentare al pubblico, diventando direttore artistico di sé stesso.
Ciò porta ogni anno a creare una proposta estremamente diversificata, in cui convivono grandi capolavori e composizioni poco note se non sconosciute, compositori “star” e altri mai incontrati nemmeno dagli addetti ai lavori.

La rassegna proseguirà il 17 settembre con il Silverstein Valli Duo & Friends e le musiche di Schubert.
L’appuntamento successivo, il 24 settembre, vedrà invece protagonista l’Archipelago Ensemble, che eseguirà musiche di Buxtehude, Migali, Handel e Locatelli.

Il mese di ottobre si apre domenica 1 con il duo Stravaganze Musicali e musiche di Mealli, Rossi, Albertini, Corelli, Handel e Bach, seguito l’8 ottobre dal Lira Celeste ensemble che eseguirà musiche Corrette, Campra, de Boismortier, Marchand e de Visée.
Il penultimo appuntamento della rassegna, il 15 ottobre, vedrà arrivare al Tamo l’Ensemble Quadrios (traversiere, violino, viola da gamba e clavicembalo) con musiche di Telemann, mentre a chiudere la manifestazione, domenica 22 ottobre, saranno i cinque oboisti de Les Hautbois du Roy con un programma comprendente, tra gli altri, Purcell, Janitsch e Tollett.

Biglietti: 10 euro intero, 7 ridotto (under 26, over 65)
Omaggio a tutti i soci di Accademia Bizantina
Abbonamenti: 55 euro intero e 37 ridotto.

Per informazioni:
info@accademiabizantina.it
www.accademiabizantina.it
tel. 0545 61208
Facebook: Accademia Bizantina – Ottavio Dantone

Clicca qui per scaricare la cartolina dell’iniziativa

Pin It on Pinterest

Share This