Il prossimo 1° dicembre, il Museo Classis festeggerà il suo primo compleanno.

Per celebrare questa importante ricorrenza, la Fondazione RavennAntica si appresta ad organizzare un ricco programma di iniziative che si svolgeranno nella settimana antecedente il giorno del compleanno e che culmineranno domenica 1 dicembre con la presentazione della guida di Classis.

Edita da Skira e a cura di Giuseppe Sassatelli e Fabrizio Corbara, la guida vede i contributi di: Chiara Pizzirani, Giuseppe Lepore, Fabrizio Corbara, Isabella Baldini, Andrea Augenti, Enrico Cirelli, Rossano Novelli, Claudio Cornazzani, Andrea Mandara e Francesca Pavese.

Questa guida nasce come strumento necessario e complementare alla visita del museo, al suo allestimento innovativo, ai documenti e alle opere  in esso esposti. La narrazione si sviluppa in senso cronologico seguendo la stessa trama concepita all’interno del museo: il tutto viene trasmesso con un linguaggio immediato e corredato da un buon apparato illustrativo, che garantisce una agevole comprensione delle tappe salienti dell’avvincente storia della città di Ravenna e del suo Territorio.

La presentazione avverrà domenica 1 dicembre, alle ore 11, presso la sala conferenze di Classis, e sarà curata dal Direttore del mensile Archeo Andreas Steiner e dal Presidente di RavennAntica Giuseppe Sassatelli.
Sempre domenica 1 dicembre, ma alle ore 16, la sezione didattica di RavennAntica propone la visita animata Viaggio in un passato multietnico. Percorso alla scoperta di Ravenna, città cosmopolita, crocevia di comunità differenti, per bambini dai 6 agli 11 anni.

Da domenica 24 novembre a domenica 1 dicembre, invece, è previsto l’ingresso ridotto a € 5 (anziché € 7) per tutti. Durante questa settimana, a coloro che visiteranno il Museo Classis Ravenna, unitamente al biglietto sarà consegnato anche un ingresso valido per visitare la mostra Picasso, La sfida della ceramica allestita presso il Mic di Faenza o un ingresso valido per visitare il Museo del Delta Antico di Comacchio (il numero dei biglietti è limitato). Questa iniziativa è stata resa possibile grazie ad un accordo siglato da RavennAntica con le due importanti istituzioni culturali del territorio, che si aggiungono alle convenzioni stipulate con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e i Parchi Val di Cornia, con le quali RavennAntica ha organizzato la mostra temporanea Tessere di mare, tuttora in corso. Per i prossimi mesi, poi, sono in fase di attuazione ulteriori importanti accordi con altre istituzioni del territorio e Nazionali.

“Il nostro obiettivo – spiega il Direttore di RavennAntica Sergio Fioravanti – è quello di fare rete con altre prestigiose realtà museali, in modo da innescare un circolo “virtuoso” che possa, in primo luogo, offrire ai turisti una quanto più ampia e variegata offerta culturale, ma che possa anche portare uno scambio di visibilità reciproca, in modo da raggiungere pubblici diversi tra loro per interessi o esperienze”.

Pin It on Pinterest

Share This